I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni
Cerca nel sito   Data
 Redazione di Bari
 

"Pane e coraggio"a Lecce una conversazione sul pane come elemento identitario e strumento di incontro tra i popoli

09/07/2019

Giovedì 11 luglio alle 19.30 in Piazza Duomo a Lecce
"Pane e coraggio"
Una conversazione sul pane di ogni parte del mondo per riflettere su identità, culture, relazioni, incontro
A seguire libere performance artistiche
«Pane e coraggio ci vogliono ancora / che questo mondo non è cambiato / pane e coraggio ci vogliono ancora / sembra che il tempo non sia passato / pane e coraggio commissario / che c'hai il cappello per comandare / pane e fortuna moglie mia / che reggi l'ombrello per riparare. / Per riparare questi figli / dalle ondate del buio mare / e le figlie dagli sguardi / che dovranno sopportare
e le figlie dagli oltraggi / che dovranno sopportare».
Prende ispirazione dal titolo di un classico senza tempo di Ivano Fossati “Pane e coraggio”, conversazione collettiva sul cibo come elemento identitario dei popoli e come strumento privilegiato per conoscere l'"Altro".
L'evento, in programma giovedì 11 luglio 2019 alle ore 19.30 in Piazza Duomo a Lecce, è promosso dalla Fondazione Emmanuel insieme a GUS Gruppo Umana Solidarietà, UniPop Interazione, Camera a Sud, A.M.M.I. (Associazione Multietnica Mediatori Interculturali), Terzo Millennio - Laboratorio Sociale Salentino, Rapsodia 8.9 in collaborazione con il corso di laurea in Servizio sociale - Dipartimento di Storia, società e studi sull'uomo dell'Università del Salento e con il patrocinio del Comune di Lecce.
Nell'atmosfera conviviale di un salotto allestito ad hoc, il pane, alimento comune a innumerevoli popoli nel mondo, sarà il fil rouge di una riflessione condivisa su identità, relazioni, valori, culture.
Acqua e farina: sono questi i due ingredienti essenziali del pane, in ogni parte del mondo. Tutto il resto è affidato al clima, all'aria, al tempo di posa, alla modalità di cottura, al peculiare convivio di ogni popolo che rendono unico e speciale ogni tipo di pane.
In Russia il pane comune è sempre nero, e nel pranzo domenicale sono presenti in tavola almeno tre tipi di pane diversi. In India il pane viene preparato in casa, facilmente e velocemente, perché non è lievitato e viene cotto sulle piastre calde. In Francia il pane simbolo è la baguette. In Scozia, in Irlanda e nel Nord dell’Inghilterra il pane viene preparato con la farina d’avena. In Cina il pane è sostituito dal riso, ma in occasioni speciali è preparato un insolito pane di piccole dimensioni, che viene cotto a vapore. Ricette che portano con sé storie, tradizioni, culture.
Una testimonianza linguistica dell'importanza del pane nella dimensione culturale e sociale è la parola “compagno”, che deriva dal latino “cum panis”, ad indicare coloro che mangiano lo stesso pane. Da questo intende partire la conversazione, che attraverserà i temi della convivenza, dell'incontro, dell'accoglienza.
Partecipano al confronto, tra gli altri, Silvia Miglietta, assessore all'Accoglienza e alle Politiche sociali del Comune di Lecce; per l'Università del Salento Antonio Luigi Palmisano, Anna Maria Rizzo, Michele Carducci, Ada Manfreda; Stefania Gualtieri (Fondazione Emmanuel) Andrea Pignataro (Gruppo umana solidarietà), i rappresentanti dell'associazione UniPop Interazione e con loro mediatori culturali, giornalisti e altri professionisti interessati al tema.
La serata sarà arricchita da libere performance artistiche.

 

 
 

Testata giornalistica Puglialive.net - Reg. n.3/2007 del 11/01/2007 Tribunale di Bari
Direttore Responsabile - Nicola Morisco
Editore - Associazione Culturale PugliaLive - codice fiscale n.93385210724 - Reg.n.8135 del 25/05/2010

Powered by studiolamanna.it