I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni
Cerca nel sito   Data
 Redazione di Bari
 

Nardò - TEATRO - TORNA I GUARDIANI DEL TEMPO, IL RACCONTO COME RITO COLLETTIVO

14/08/2019

I GUARDIANI DEL TEMPO, NELLE CORTI IL RITO COLLETTIVO DEL RACCONTO
Ricordi e storie personali “salgono” sul palcoscenico e rendono protagonista la comunità

Dopo lo straordinario successo della prima edizione, lo scorso anno, torna I Guardiani del Tempo, l’evento nato da L’arte di raccontare: i guardiani del tempo, il progetto formativo in grado di insegnare a leggere ad alta voce e utile a riscoprire la bellezza dei libri, grazie al quale il Comune di Nardò nel 2018 ha partecipato al bando “Città che legge” (iniziativa del Centro per il libro e la lettura del Mibact e di Anci), risultando vincitore per l’area Sud e Isole e fregiandosi dell’appellativo di “città che legge”.

Questa seconda edizione è in programma venerdì 16, sabato 17 e domenica 18 agosto, in sei corti del centro storico, che si trasformeranno in altrettanti palcoscenici a cielo aperto, luoghi intimi dove ascoltare storie che vengono da lontano. Anche in questa seconda edizione i partecipanti al laboratorio teatrale condotto a maggio scorso da Silvia Civilla, hanno “scavato” nei propri ricordi e nelle storie personali, nel proprio albero genealogico e nei legami familiari, mettendo giù episodi inediti, che l’aiuto degli attori professionisti ha reso “raccontabili”. Ogni piccola vicenda diventa dunque protagonista e contribuisce all’affresco di Nardò e della comunità neretina. Questa è l’unicità di un progetto come I Guardiani del Tempo e anche la sua forza. Quindi, sette narratori e sei bambini della scuola di teatro di TerramMare, affiancati da sei attori italiani professionisti, saranno per tutti, di nuovo, “i guardiani del tempo”.

Ecco il “calendario”. Nella corte n. 1 di Palazzo Zuccaro (corso Garibaldi) è in programma Il figlio di Michele “lu sapunaru”, di e con Gabriella Buffo, con l’allievo Alberto Pinna, l’attrice Chiara Saurio e la compagnia teatrale Gaff-creAzione di Lecce. Le due rappresentazioni previste saranno alle ore 21 e 22. Nella corte n. 2 di Palazzo Cariddi (via Lata, angolo via Immacolatella) è in programma La seggiolina, di e con Italia Fontana, con l’allievo Giacomo Inno e l’attrice Annabella Tedone. Le due rappresentazioni previste saranno alle ore 21 e 22. La location n. 3 è l’atrio del castello Acquaviva d’Aragona (piazza Battisti), dove è in programma Morti mia, di e con Giuseppe Piccioli Resta, con l’allievo Francesco Marzano e l’attore Renato Grilli.

Le due rappresentazioni previste saranno alle ore 21:15 e 22:15. La location n. 4 è il chiostro di Sant’Antonio (piazzetta Sant’Antonio, presso il Museo della Preistoria), dove è in programma Ricordi e non ricordi, di e con Barbara Catania, con l’allievo Piervito Inno (e la partecipazione straordinaria della voce di Giulia Marzano) e con l’attrice Annalisa Legato. Le due rappresentazioni previste saranno alle ore 21:15 e 22:15. La location n. 5 è il chiostro dei Carmelitani (corso Vittorio Emanuele II), dove sono in programma I nonni al ballo e Quello che semini raccogli. La prima rappresentazione è di e con Pamela Delle Donne, la seconda di e con Antonietta Martignano, entrambe con l’allievo Giulio Malandugno e l’attrice e danzatrice Maristella Martella. Le due rappresentazioni previste saranno alle ore 21:30 e 22:30. Infine, la location n. 6 è il chiostro del Museo Diocesano (piazza Pio XI) dove è in programma Il miracolo, di e con Bianca Delle Donne, con l’allievo Francesco De Nuzzo e con l’attore Pietro Pizzuti. Le due rappresentazioni previste saranno alle ore 21:30 e 22:30. Ciascuna rappresentazione andrà in scena dunque ogni sera con due repliche.

A Silvia Civilla è affidata la direzione artistica de I Guardiani del Tempo. Hanno collaborato alla formazione delle storie Pietro Pizzuti, Roberto Adriani, Sonia Stoneo e Renato Grilli.

“Questo - evidenzia con grande soddisfazione l’assessore alla Cultura Ettore Tollemeto - è un progetto che lo scorso anno ha avuto un successo di pubblico straordinario e direi inatteso. Uno spettacolo originale nella forma e nella sostanza che abbiamo deciso di riproporre in contesti un po’ più accoglienti, ma ugualmente intimi e preziosi. “I Guardiani del Tempo” ha questa forza di riportarci alla dimensione familiare del racconto, ai legami, alle vite nelle case, a piccoli e grandi fatti della nostra storia, che facciamo rivivere. Una forza magnetica che attrae nelle corti adulti e bambini. Siamo particolarmente affezionati a questo progetto, che abbiamo ideato, che è cresciuto con il tempo e che puntiamo a far crescere ancora. Un momento che è un viaggio profondissimo nella nostra identità e che unisce una comunità intera attraverso il vissuto di ognuno di noi, le storie e i ricordi personali. Per questo invito tutti a partecipare al prossimo laboratorio teatrale, che è l’incubatore di queste storie e che può consentire ad ognuno di essere autore e protagonista di un nuovo racconto”.

 

 
 

Testata giornalistica Puglialive.net - Reg. n.3/2007 del 11/01/2007 Tribunale di Bari
Direttore Responsabile - Nicola Morisco
Editore - Associazione Culturale PugliaLive - codice fiscale n.93385210724 - Reg.n.8135 del 25/05/2010

Powered by studiolamanna.it