I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni
Cerca nel sito   Data
 Redazione di Bari
 

Bari - Presentata l'11esima edizione del Festival di Cinema&Letteratura "Del Racconto, Il Film indoor"

13/01/2021

Festival Cinema&Letteratura Del Racconto, il Film Indoor
Una nuova edizione con dieci appuntamenti a Mola di Bari
trasmessi in streaming sulla piattaforma nazionale MYmovies.it

Tra gli ospiti: Romana Petri, Lucia Sardo, Guido Lombardi, i coniugi Regeni, Nicola Lagioia, Donatella Di Pietrantonio e Filippo Meneghetti.

Intervengono:
Aldo Patruno, Direttore Generale del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia.
Giuseppe D’Urso, presidente del Teatro Pubblico Pugliese
Simonetta Dellomonaco, presidente Apulia Film Commission
Giuseppe Colonna, sindaco del Comune di Mola di Bari
Graziana Loiotine, assessore alla Cultura del Comune di Mola di Bari
Lea Vergatti, assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Mola di Bari

Giancarlo Visitilli, direttore artistico del Festival e presidente della Cooperativa I bambini di Truffaut


Lo storico Festival Cinema&Letteratura Del Racconto, il Film il 16 gennaio inaugura una versione indoor. La cooperativa sociale I bambini di Truffaut, presieduta dal giornalista e scrittore Giancarlo Visitilli ha organizzato una nuova edizione che si svolgerà a Mola di Bari. Proprio nella città dove è nato il festival che da undici anni gira le piazze e i castelli di Puglia portando cinema e letteratura con scrittori, attori, registi e professionisti del settore. La passione per il grande schermo incontra quella per il libro.

Del Racconto, il Film anche nella sua versione indoor si propone di unire all’offerta culturale anche la riflessione su una serie di temi e problematiche, selezionate e, in qualche modo, legate al territorio, locale e nazionale, con la possibilità anche di riflettere e confrontarsi con chi, a seconda degli ambiti, possa offrire una testimonianza significativa.

Il progetto è sostenuto da Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito della programmazione “Custodiamo la cultura in Puglia” e dal Comune di Mola di Bari, con la partnership di Apulia Film Commission e Fondazione Vincenzo Casillo.

Festival Cinema&Letteratura Del Racconto, il Film Indoor si svolgerà all’interno del teatro Van Westerhout di Mola, nel rispetto delle norme di sicurezza sanitaria, la rassegna potrà essere seguita gratuitamente in streaming dal pubblico sulla pagina Facebook del festival (https://www.facebook.com/festivaldelraccontoilfilm) e sulla piattaforma MYmovies.it (in particolare il film sarà trasmesso e visibile sulla piattaforma My Movies). Sulla pagina Facebook del festival di volta in volta sarà pubblicato il link di accesso gratuito per seguire gli eventi.

“Ci auguriamo di tornare al più presto a vivere la cultura in presenza, il rapporto diretto e senza filtri con gli autori è sempre stato la forze di questo festival. Grazie alla tecnologia, però, riusciremo a garantire la rassegna e l’interazione con il pubblico”, spiega Giancarlo Visitilli.
E aggiunge: “Nel 2020 non eravamo nelle condizioni di organizzare e sostenere il festival, stiamo recuperando con questa versione indoor, che è a tutti gli effetti un’undicesima edizione e che non sostituirà quella estiva itinerante con il suo concorso”.

Dieci appuntamento ogni sabato a partire dalle ore 19. Ecco il programma del festival:

“Del Racconto, i Figli” questo è il titolo scelto per il primo appuntamento del 16 gennaio: Romana Petri presenta il suo romanzo “Figlio del lupo”, pubblicato da Mondadori, dedicato alla figura di Jack London un uomo pieno di vitalità e molto tormentato. Il primo film in programmazione è un titolo a sorpresa.
Si continua il 23 gennaio con “Del Racconto, i Grandi”, Benedetta Centovalli presenta “Nella stanza di Emily”, pubblicato da Mattioli 1885, un viaggio per esplorare l'intimità nascosta tra le stanze della casa di una delle più grandi poetesse americane, Emily Dickinson. In programma l’incontro con il regista Paolo Licata e l’attrice Lucia Sardo per la visione del film “Picciridda con i piedi nella sabbia”, ispirato al romanzo di Catena Fiorello.
Il 30 gennaio per l’appuntamento “Del Racconto, i Padri” la scrittrice Claudia Durastanti presenta “La straniera”, romanzo pubblicato da La nave di Teseo, a seguire la visione del film “Il ladro dei giorni” in compagnia del regista Guido Lombardi, un viaggio da Udine a Bari fa da cornice alla vicenda di un padre e un figlio che iniziano a conoscersi.
“Del Racconto, Noi”: il 12 febbraio Paolo Berizzi presenta il libro “L’educazione di un fascista” (Feltrinelli), un viaggio inquietante nei luoghi e nei simboli del proselitismo della nuova Italia fascista che da Nord a Sud conquista soprattutto i ragazzi.
Il 19 febbraio per l’appuntamento “Del Racconto, la Resposabilità” ci sono Nicola Lagioia con il suo ultimo “La città dei vivi” (Giulio Einaudi Editore) e Giuseppe Bonito il regista di “Figli”, film di successo con Paola Cortellesi e Valerio Mastrandrea.
Il 26 febbraio non poteva che intitolarsi “Del Racconto, le colpe” l’appuntamento che vede protagonisti i genitori di Giulio Regeni e l’avvocatessa Alessandra Ballerini. A seguire la visione del film “Villetta con ospiti” di Ivano De Matteo.
Il 12 marzo ci sarà Donatella Di Pietrantonio autrice di “Borgo Sud” e Filippo Meneghetti che ha curato la regia del film “Due”. Il 26 marzo “Del Racconto, chi rimane”: Yari Selvetella presenta Le regole degli amanti (Bompiani) e il film “Lontano lontano” di Gianni Di Gregorio.
Festival Cinema&Letteratura Del Racconto, il Film Indoor si avvia verso la sua conclusione il 16 aprile con “Del Racconto, la Violenza: Paolo di Paolo presenta “Svegliarsi negli anni Venti” (Mondadori) abbinato al film , “Honey Boy” di Alma Har'el. Ultimo appuntamento il 30 aprile con “Del Racconto, lo sguardo” con il film Pino di Walter Fasano, dedicato alla figura di Pino Pascali e lo spettacolo teatrale “Il codice del volo” di e con Flavio Albanese.

Giancarlo Visitilli, direttore artistico del Festival e presidente della Cooperativa I bambini di Truffaut
Ci auguriamo di tornare al più presto a vivere la cultura in presenza, il rapporto diretto e senza filtri con gli autori è sempre stato la forze di questo festival. Grazie alla tecnologia, però, riusciremo a garantire la rassegna e l’interazione con il pubblico. Nel 2020 non eravamo nelle condizioni di organizzare e sostenere il festival, stiamo recuperando con questa versione indoor, che è a tutti gli effetti un’undicesima edizione e che non sostituirà quella estiva itinerante con il suo concorso.

Giuseppe Colonna, sindaco del Comune di Mola di Bari
Stamane si è tenuta conferenza stampa di presentazione della 11^ edizione del Festival Cinema&Letteratura Del Racconto, il Film indoor, con la Direzione artistica di Giancarlo Visitilli e la Cooperativa I Bambini di Truffaut e il supporto, tra gli altri, della Regione Puglia, rappresentata da Aldo Patruno, dell’Apulia Film Commision, per cui è intervenuta Simonetta Dellomonaco, e del Teatro Pubblico Pugliese in videocollegamento con il suo presidente Giuseppe D’Urso.
Abbiamo voluto realizzarla non in uno spazio a caso, ma assolutamente voluto. Un luogo amato dai molesi e che abbiamo fortemente voluto riaprire: il Teatro Van Westerhout di Mola di Bari. Un festival con un’ambizione importante: far crescere la nostra comunità, creare in essa una sensibilità sociale, attraverso il Cinema, la Cultura. Un ringraziamento all'assessore ai Servizi Sociali Lea Vergatti, l'assessore alla Cultura Graziana Loiotine ed al responsabile del settore Mauro Lagrasta per l'impegno profuso.
Aldo Patruno, Direttore Generale del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia.
Per me è una emozione essere in questo teatro dove entro per la prima volta fisicamente. Lo scorso anno ci siete mancati. Questo festival ha dietro quella idea forte, sintesi di tre elementi, che dopo la pandemia saranno ancora più essenziali e che riassumo in un tema: la coesione e l’inclusione sociale. In questi mesi abbiamo dovuto rinunciare allo stare insieme e ad essere una comunità. La cultura, il teatro e la scuola, rappresentano invece lo strumento principale per rifare comunità, per stare di nuovo insieme, apprezzandone di più il valore. Dobbiamo ripartire da qui. La Regione Puglia con il progetto Custodiamo la cultura, in perfetta sinergia con enti come Tpp e Afc, ha scelto di sostenere il comparto nel momento di crisi e di proseguire valorizzando chi ha fatto scelte vere e autentiche di coesione, in modo che possa fare quel salto di qualità a cui tutti puntiamo per i prossimi dieci anni almeno.
Simonetta Dellomonaco, presidente Apulia Film Commission
La realizzazione di un film in Puglia coinvolge tutti quanti. Dall’altra parte se a Roma esiste Cinecittà, in Puglia c’è una cine-regione. La Puglia cinematografica però non esisterebbe se non ci fosse la sensibilità di tutti i cittadini al cinema. I festival sono una componente essenziale della puglia cinematografica perché disseminano i contenuti, raccontano ai cittadini cosa è il cinema attraverso la visione dei film, le masterclass, gli incontri con gli operatori e formano il pubblico. Oggi formare il pubblico significa coinvolgere i cittadini nella narrazione della vita. L’operazione fatta con il film dedicato alla figura di Pino Pascali che sarà presentata in questo festival ne è un esempio.
Giuseppe D’Urso, presidente del Teatro Pubblico Pugliese
In questa undicesima edizione del festival di cinema e letteratura Del Racconto, il Film che si svolgerà a Mola di Bari ci saremo anche noi del Teatro Pubblico Pugliese, grazie al programma Custodiamo la cultura in Puglia. Una collaborazione molto gradita e che ci mette direttamente in contatto con una iniziativa molto importante del nostro territorio. Con una buona pratica. Il mio personale apprezzamento va alla cooperativa sociale I Bambini di Truffaut e con il suo presidente Giancarlo Visitilli per aver comunque portato avanti questo bel progetto fatto di cinema, di letteratura, di teatro e di incontri nonostante il momento difficile perché affronta con diversi linguaggi temi importanti del nostro tempo e del nostro territorio, inteso appunto come spazio sociale.

 

 
 

Testata giornalistica Puglialive.net - Reg. n.3/2007 del 11/01/2007 Tribunale di Bari
Direttore Responsabile - Nicola Morisco
Editore - Associazione Culturale PugliaLive - codice fiscale n.93385210724 - Reg.n.8135 del 25/05/2010

Powered by studiolamanna.it