I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni
Cerca nel sito   Data
 Redazione di Bari
 

4 giugno - In streaming RAIMONDI, FUSINI E LAGIOIA a “I fiori blu” - Foggia

04/06/2021

Sesta presentazione candidature del Premio Nazionale made in Puglia Foggia, 1 giugno 2021 A pochi giorni dalla proclamazione dei finalisti, si avvia a conclusione il viaggio di presentazione delle candidature, con il penultimo incontro programmato venerdì 4 giugno (ore 18), in occasione della seconda edizione del Premio nazionale “I fiori blu”, sostenuto dalla Regione Puglia e dal main sponsor Sanità Più, promosso dall’associazione omonima con i partner istituzionali Università degli Studi e Fondazione Monti Uniti. Di scena saranno tre titoli - con un gradito ritorno dell’Einaudi - il romanzo ‘La città dei vivi’ e il saggio ‘Maestre d’amore’ e – con il primo ingresso della casa editrice ‘Nord’ - il romanzo “La casa sull’argine”. Gli incontri saranno visibili sulla pagina facebook “I fiori blu - Premio”, in diretta televisiva sul canale 72 del digitale oltre che in diretta streaming sul sito di Teleblu.tv. Ecco i protagonisti: Daniela Raimondi ha trascorso la maggior parte della sua vita in Inghilterra. Ha pubblicato dieci libri di poesia che hanno ottenuto importanti riconoscimenti nazionali. I suoi racconti sono presenti in antologie e riviste letterarie. “La casa sull'argine” con cui concorre a “I fiori blu” è il suo primo romanzo. La famiglia Casadio vive da sempre nel borgo di Stellata. Gente semplice, schietta, lavoratrice. Poi, Giacomo Casadio s'innamora di una zingara, e la sposa e i discendenti della famiglia si dividono in due ceppi: i sognatori dagli occhi azzurri e dai capelli biondi, che raccolgono l'eredità di Giacomo, e i sensitivi, che hanno gli occhi e i capelli neri della zingara. Da Achille, deciso a scoprire quanto pesa un respiro, a Edvige, che gioca a briscola con lo zio morto due secoli prima, a Neve, che emana un dolce profumo quando è felice, i Casadio vivono sospesi tra desiderio di sfidare il destino e l’abitudine di inseguire i loro sogni. E portano ogni scelta sino in fondo, non importa se dettata dall'amore o dalla ribellione. La saga si dipana attraverso due secoli di Storia, dai moti rivoluzionari che portarono all'Unità fino agli Anni di Piombo. Nadia Fusini studiosa di Letteratura inglese e comparata, ha curato i due volumi dedicati a Virginia Woolf nei Meridiani Mondadori, nonché su John Keats. Alla scrittura delle donne ha dedicato Nomi e La figlia del sole. Vita ardente di Katherine Mansfield. Tra i suoi romanzi ricordiamo La bocca piú di tutto mi piaceva per i tipi Donzelli e L'amore necessario. Dopo le ultime prove di saggistica (Einaudi) Hannah e le altre e Vivere nella tempesta torna con María (2019, Premio Bergamo 2020). Concorre al Premio con “Maestre d’amore”, libro ritenuto una “danza” perché danzano i personaggi di Shakespeare, la filologia e la scrittura con gli affreschi di una Londra pennellata con felicità ed esattezza, danza il lettore, che entra ed esce nelle tragedie e nelle commedie come fossero scene della vita, anche se è consapevole di vivere la gioia della letteratura, dentro e fuori dagli intrecci e dalle trame. «La donna è l’ora della verità per un uomo; non c’è niente di più vero. Scrivo questo libro per dimostrare la verità di tali parole», dice la Fusini al lettore e alla lettrice, chiamati in causa spesso nelle pagine con domande che sono inviti alla danza della conversazione. Questo è un libro sull’amore prima ancora che un libro sulla letteratura. Nicola Lagioia è nato a Bari nel 1973. Con minimum fax ha pubblicato Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj, e con Occidente per principianti, Riportando tutto a casa ( Premio Viareggio-Rèpaci, Premio Vittorini, Premio Volponi), La ferocia (Premio Strega). Concorre al Premio con “La città dei vivi”. Due ragazzi di buona famiglia di nome Manuel Foffo e Marco Prato seviziano per ore un ragazzo piú giovane, Luca Varani, portandolo a una morte lenta e terribile. È un gesto inspiegabile, inimmaginabile anche per loro pochi giorni prima. La notizia calamita l'attenzione, sconvolgendo nel profondo l'opinione pubblica. Qualcuno inizia a descrivere l'omicidio come un caso di possessione. Nicola Lagioia intervista i protagonisti della vicenda, raccoglie documenti e testimonianze, incontra i genitori di Luca Varani, intrattiene un carteggio con uno dei due colpevoli. Da questa indagine emerge un tempo fatto di aspettative tradite, confusione sessuale, difficoltà nel diventare adulti, disuguaglianze, vuoti di identità e smarrimento. Procedendo per cerchi concentrici, spalanca le porte delle case e cerca il punto di rottura a partire dal quale tutto può succedere. Interverranno Vincenzo Bafundi sostituto procuratore della Repubblica, Alessandra Benvenuto direttrice artistica del Premio “I fiori blu”, Micky de Finis giornalista e capoufficio studi di Confindustria, Teresa D’Errico docente del Liceo ‘Marconi’, Annalisa Amorico studentessa del liceo “Lanza”.

 

 
 

Testata giornalistica Puglialive.net - Reg. n.3/2007 del 11/01/2007 Tribunale di Bari
Direttore Responsabile - Nicola Morisco
Editore - Associazione Culturale PugliaLive - codice fiscale n.93385210724 - Reg.n.8135 del 25/05/2010

Powered by studiolamanna.it