I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni
Cerca nel sito   Data
 Redazione di Bari
 
Immagine: © Marisa Della Gatta

Bari – Trucchi e segreti della vittoria di Obama in “Il sogno del re” di Tommaso Di Gioia

26/02/2010

Se è vero che l’operato di Obama (in particolare, la riforma sanitaria) non sembra convincere gli americani, non si può dire lo stesso per gli italiani e per i pugliesi, molto affascinati dalla sua figura rivoluzionaria e dalla realizzazione del suo “sogno”.

Un simile interesse spiega il successo di un libro come “Il sogno del re” di Tommaso Di Gioa, finalizzato alla ricostruzione della politica elettorale americana durante le elezioni presidenziali vinte dal primo presidente di colore della storia americana.

Un procedimento “scientifico nel racconto dei fatti rimanendo fedele alla realtà oggettiva e possedendo una grossa dote di comunicazione”, così come definito, durante la presentazione del volume alla libreria Feltrinelli, da Vito Mormando, ordinario di Diritto penale all’Università di Bari.

Sulla cifra comunicativa del lavoro si è espresso anche il Sindaco di Bari Michele Emiliano, presente all’evento, per rispondere ad una provocazione lanciatagli dal coordinatore della serata Enzo Magistà sulla sua presunta abitudine, comune a molti politici italiani ma non ad Obama, di usare il “politichese” per non farsi volutamente capire dai suoi interlocutori.

Evitando di soffermarsi sulla battuta a livello personale, il Primo Cittadino preferisce concentrarsi sullo stile utilizzato da Tommaso Di Gioia: “Lui ha cominciato a raccontarmi del suo progetto sin dall’inizio ma io lo avevo sottovalutato perché abituato a sentire troppo progetti. Quando, invece, mi sono trovato il libro sulla scrivania mi sono ricreduto, perché mi sono accorto che ha cominciato un processo di comunicazione italiana vicina al mondo americano per la chiarezza della costruzione”.

Emiliano ha, poi, sottolineato il riferimento alle primarie pugliesi svoltasi di recente per confrontarle con quelle americane tra Hillary e Obama: nonostante siano irrisorie rispetto alle americane, le elezioni pugliesi hanno dimostrato che si può vincere anche con i sondaggi contrari e i pronostici già scritti a favore dell’avversario, così come è successo con l’attuale presidente americano.

A tal proposito, l’autore, da grande appassionato e collezionista di campagne elettorali americane, ha raccontato una serie di aneddoti e di novità sulla strategia politica inventata da Obama, come il suo inedito modo di procurarsi finanziamenti con “anche dieci dollari possono fare la differenza” (con donazioni al suo sito internet) o con il suo provvedimento di assumere uno staff di giuristi durante le primarie.

Tuttavia, alla domanda se una storia come quella dell’attuale presidente americano potesse verificarsi in Italia, Tommaso Di Gioia non può fare altro che rispondere con l’augurio che accada. Il coro di risentiti “no” dal pubblico spiega al meglio i motivi del gradimento di Obama in Italia: per quanto impossibile, molti italiani vorrebbero veder realizzato il “sogno” di un altro “re” nel loro paese.

Marisa Della Gatta

 

 
 

Testata giornalistica Puglialive.net - Reg. n.3/2007 del 11/01/2007 Tribunale di Bari
Direttore Responsabile - Nicola Morisco
Editore - Associazione Culturale PugliaLive - codice fiscale n.93385210724 - Reg.n.8135 del 25/05/2010

Powered by studiolamanna.it