I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni
Cerca nel sito   Data
 Redazione di Bari
 
Immagine: © Anna Furlan

Bari - BIF&ST 2011: Giuseppe Tornatore presenta il suo libro 'L’isola di Tornatore'

23/01/2011

Un Sud tutto da vivere, quello che si è proposto nella prima giornata del Bif&st, giunto alla sua seconda edizione, fiore all’occhiello per l’organo promotore: l’assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia, per il direttore artistico Felice Laudadio e per l’organo organizzatore: l’Apulia Film Commission.

A poche ore di distanza dal Procacci Day, produttore cinematografico di origini baresi, che l’ha visto protagonista della consegna delle chiavi della città da parte del sindaco Emiliano, della prima lezione di cinema al Kursaal e della consegna del “Premio 8 ½ per l’eccellenza artistica” al Petruzzelli, il mediastore Feltrinelli ha inaugurato il suo primo evento del circuito della kermesse ospitando il premio oscar: Giuseppe Tornatore, origini siciliane.

Un sud tutto da vivere, fra produzioni e film. L’incontro in libreria ha portato alla conoscenza di due nuove produzioni commerciali: un libro a cura di Antonino Panzera: “L’isola di Tornatore” (Silvana ed., euro 20) e un cofanetto composto da 9 Dvd, contenenti alcuni suoi film tra cui la “Leggenda del Pianista sull’Oceano”, “Nuovo Cinema Paradiso”, “Baarìa” e di cui il regista stesso si è fatto portatore di voce al commento audio delle pellicole.

Il cofanetto è racchiuso sotto il marchio Medusa, da qui la presenza di una volitiva e combattiva amministratore delegato della casa di produzione: Luciana Migliavacca, la quale ha espresso parole di elogio nei riguardi del regista, dichiarando la validità socio culturale del nuovo prodotto in commercio, che vede fra l’altro anche la firma di Tornatore sul cofanetto.

Diverso il lavoro proposto nelle pagine curate da Panzeri: “L’isola di Tornatore”.
“Tornatore e la Sicilia. Un intenso rapporto che suscita opinioni diverse all’apparire di ogni suo nuovo film, e a cui è dedicato questo libro, - ha spigato Panzera- che si propone di indagare la trama dei fili sottili che il famoso regista italiano, nato a Bagheria, ha con la sua terra d’origine”.

Tornatore ha focalizzato il suo incontro su “titoli e ricordi”. La sua Sicilia, le sue brevi produzioni per spot pubblicitari, il tempo musicale che scandisce i suoi film e i suoi nuovi progetti.

Dopo aver realizzato la mastodontica storia di Baarìa, non ha esitato nel raccontare il suo prossimo sogno da realizzare: racchiudere in un’unica pellicola tutti quei spezzoni di pellicola scartata in tutti questi anni e farne una storia corale della sua vita e del suo lavoro.

Anna Furlan

 

 
 

Testata giornalistica Puglialive.net - Reg. n.3/2007 del 11/01/2007 Tribunale di Bari
Direttore Responsabile - Nicola Morisco
Editore - Associazione Culturale PugliaLive - codice fiscale n.93385210724 - Reg.n.8135 del 25/05/2010

Powered by studiolamanna.it