I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni
Cerca nel sito   Data
 Redazione di Bari
 

Bari - APPROVATA IN GIUNTA LA ZSR DEL CENTRO CITTADINO

20/12/2007

La Giunta comunale ha approvato questo pomeriggio la delibera relativa all’istituzione della Zona a Sosta Regolamentata (ZSR) del centro cittadino.

L’entrata in vigore della ZSR - prevista agli inizi del 2008 - sarà anticipata da un piano di informazione e comunicazione curato dall’Amtab e rivolto a tutti i residenti delle zone interessate.
Il provvedimento adottato intende scoraggiare la sosta non necessaria, promuovere l’utilizzo dei servizi di trasporto pubblico, razionalizzare la movimentazione nelle aree più congestionate, diminuire l’inquinamento atmosferico ed acustico e, infine, determinare il corretto utilizzo di una risorsa scarsamente disponibile quale il suolo pubblico destinato alla sosta ed alla circolazione.

Obiettivo della ZSR è quello di regolamentare la sosta per assicurare un adeguato numero di posti ai residenti e di facilitare l’accesso anche ai non residenti, migliorando la fluidità di percorrenza dei mezzi pubblici, ma anche consentendo brevi soste a pagamento.
Evitare che le aree del centro cittadino siano occupate dalle auto dei non residenti per soste di lungo periodo renderà la città più accessibile e vivibile, attivando un circolo virtuoso, liberando un adeguato numero di posti anche grazie alla naturale logica di scambio tra sosta notturna dei residenti e sosta a pagamento diurna.

La ZSR di Bari trae spunto da esperienze maturate e già acquisite nella maggior parte delle altre città italiane di medie e grandi dimensioni che, avendo attuato piani di sosta da diversi anni, hanno potuto verificarne la validità.

Attualmente, con 2.274 posti auto a pagamento su strada, Bari è l’ultima città d’Italia nel rapporto abitanti / posti auto a pagamento su strada (Bologna e Firenze, che hanno dimensioni e numero di abitanti paragonabili a Bari hanno tariffato oltre 25.000 posti auto). Con l’approvazione della ZSR i posti a pagamento saliranno a 7.309.

La tariffazione della sosta nel centro cittadino porterà, come conseguenza positiva, alla effettiva rotazione del sistema della sosta e alla riduzione della circolazione passiva per la ricerca di un posto auto. A seguito di valutazioni economiche da parte dei pendolari, si prevede che questi ultimi sceglieranno di modificare il proprio comportamento per gli spostamenti casa-lavoro rinunciando all’utilizzo dell’auto privata in favore dei mezzi pubblici e/o del sistema dei parcheggi di interscambio. Il che determinerà un’ulteriore riduzione del traffico veicolare.

A tal fine è iniziata da tempo la ristrutturazione del sistema del trasporto pubblico: il bike sharing, l’incremento annuo delle percorrenze chilometriche per il trasporto pubblico urbano, i tre parcheggi del Park and Ride, il Park and Train di Mungivacca, l’acquisto di 79 nuovi autobus ecologici e l’installazione delle paline intelligenti consentono oggi a Bari di allinearsi agli standard delle principali città italiane in tema di mobilità.

Per avviare la sperimentazione della ZSR, sarà costituito un comitato di monitoraggio composto da un rappresentante per ciascuna Circoscrizione interessata, un rappresentante dell’AMTAB, un rappresentante delle Associazioni dei Consumatori e due rappresentanti del Comune di Bari.
Al comitato sarà affidato il compito di valutare le situazioni che via via si determineranno, di raccogliere indicazioni e istanze e di suggerire all’Amministrazione Comunale tutti gli eventuali correttivi che si dovessero rendere necessari in corso d’opera.

Ecco le principali novità introdotte dalla ZSR:

Dove - zone e sottozone
Per garantire un rapporto uniforme tra il numero dei residenti ed il numero degli stalli di sosta, la ZSR è stata suddivisa in quattro zone, ciascuna articolata in più sottozone.
Le proposte di primo intervento riguardano la riorganizzazione della sosta e l’introduzione della sosta tariffata nelle zone A (quartiere Murat), B (quartiere Libertà), C (quartiere Madonnella) e nella zona D (Città Vecchia - San Nicola) oggetto di implementazione anche di una Zona a Traffico Limitato.

Livelli tariffari
Nella ZSR la sosta a pagamento sarà in vigore dal lunedì al sabato, dalle ore 8.30 alle 20.30.
Al fine di disincentivare la sosta prolungata sono state individuate tariffe orarie di sosta differenziate applicando il concetto di tariffazione progressiva (park pricing), con incremento del costo orario per le aree più vicine al centro della città.
In particolare nella zona A sarà applicata una tariffa oraria di € 2,00 e nelle zone B,C e D (ove gli spazi sono ricavati esclusivamente su parte del lungomare ed in alcune piccole aree all’interno dei “ganci” della Città Vecchia, destinando tutti gli altri ad uso esclusivo per il parcheggio dei residenti) una tariffa oraria di € 1,00.

Modalità di pagamento della sosta
Sarà possibile regolarizzare la sosta in modo comodo e semplice utilizzando i parcometri (mediante monete, tessere prepagate ed eventualmente bancomat con modalità Fast Pay), i voucher (grattini prepagati), l’autoparchimetro ed il Telepark (pagamento tramite SMS).

Sosta per residenti e domiciliati - modalità di rilascio contrassegni
Per garantire ai residenti il diritto di parcheggiare nei pressi della propria abitazione a titolo gratuito, si è resa necessaria l’introduzione di un contrassegno riservato.
A tutte le persone fisiche residenti (in tale categoria rientrano quanti, pur avendo fissato la propria residenza anagrafica fuori dal Comune di Bari, si trovino a dimorare stabilmente in una zona in cui vige la sosta a pagamento), proprietarie di autoveicolo, titolari di leasing o di contratto di noleggio a lungo termine (durata superiore a 12 mesi) o di fringe benefit, sarà rilasciato un contrassegno, senza limitazione oraria, che consentirà di sostare gratuitamente esclusivamente nella sottozona di residenza predeterminata. Tuttavia, nella prima fase sperimentale, anche ai fini del monitoraggio dei criteri di funzionamento, si prevede l’estensione della validità dei contrassegni di sosta all’interno dell’intera zona, permettendone l’utilizzo indistintamente in ciascuna delle sottozone.
Il costo del contrassegno per i residenti è stabilito in € 30,00 annui; si tratta di un costo simbolico a titolo di rimborso spesa per i materiali, l’istruttoria e la procedura per il rilascio del contrassegno stesso. Per il residente intestatario di un secondo o terzo autoveicolo, si prevede il rilascio di un contrassegno annuale del costo orientativo di € 300,00.

“La ZSR è un’iniziativa destinata a suscitare inizialmente critiche e perplessità - dichiara l’assessore alla Mobilità Antonio Decaro. Accade in tutte le città del mondo quando si introducono novità che modificano le nostre abitudini, soprattutto se tese a limitare l’utilizzo dell’auto privata. Ma ritengo che si debba vincere la paura della novità e guardare con fiducia ai benefici che la ZSR comporterà in termini di salute e di qualità della vita. Né l’incremento della tariffa oraria va inteso come una tassa, ma come una leva economica per disincentivare l’uso delle quattro ruote. I proventi della sosta, così come previsto dall’art. 7 del Codice della Strada, saranno destinati alla realizzazione e all’ampliamento delle infrastrutture per la sosta e al miglioramento della mobilità urbana.

 

 
 

Testata giornalistica Puglialive.net - Reg. n.3/2007 del 11/01/2007 Tribunale di Bari
Direttore Responsabile - Nicola Morisco
Editore - Associazione Culturale PugliaLive - codice fiscale n.93385210724 - Reg.n.8135 del 25/05/2010

Powered by studiolamanna.it